News&Eventi
Installazione Dolasila - La figura femminile nelle leggende ladine delle Dolomiti
23/05/2013

operamanifestoROTT41

 

Il MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte ladina contemporanea e con le tradizioni millenarie delle Dolomiti. 

La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera delle leggende ladine. Dolasila è un’ installazione-evento multimediale di artisti delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle valli del Sella. L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle genti ladine. La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana in un dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 

L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 


Ingresso libero

Il Museo Fondazione Luciana Il MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON
con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in 
collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone 
un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte 
ladina contemporanea e con le tradizioni millenariedelle 
Dolomiti. 
La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di 
Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois 
Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera 
delle leggende ladine. 
Dolasila è un’ installazione-evento multimediale diartisti 
delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende 
ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– 
in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si 
riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di 
Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle 
valli del Sella 
L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti 
della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, 
facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle 
leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle 
genti ladine. 
La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo 
re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del 
Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana inun 
dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti 
ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal 
Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono 
integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 
L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 
 nvita alla serata-evento:Il MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON
con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in 
collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone 
un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte 
ladina contemporanea e con le tradizioni millenariedelle 
Dolomiti. 
La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di 
Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois 
Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera 
delle leggende ladine. 
Dolasila è un’ installazione-evento multimediale diartisti 
delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende 
ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– 
in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si 
riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di 
Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle 
valli del Sella 
L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti 
della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, 
facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle 
leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle 
genti ladine. 
La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo 
re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del 
Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana inun 
dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti 
ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal 
Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono 
integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 
L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 
Ingresso libero Il MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON
con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in 
collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone 
un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte 
ladina contemporanea e con le tradizioni millenariedelle 
Dolomiti. 
La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di 
Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois 
Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera 
delle leggende ladine. 
Dolasila è un’ installazione-evento multimediale diartisti 
delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende 
ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– 
in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si 
riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di 
Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle 
valli del Sella 
L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti 
della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, 
facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle 
leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle 
genti ladine. 
La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo 
re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del 
Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana inun 
dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti 
ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal 
Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono 
integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 
L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 
Ingresso liberoDolasila 
La figura femminile nelle leggende ladine delle Dolomiti 
Installazione multimediale di musica, arte e letteratura 
GIOVEDì 23 MAGGIO 2013, ore 18.30 
MILANO, MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON, FORO BUONAPARTE 67 
con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in 
collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone 
un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte 
ladina contemporanea e con le tradizioni millenariedelle 
Dolomiti. 
La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di 
Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois 
Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera 
delle leggende ladine. 
Dolasila è un’ installazione-evento multimediale diartisti 
delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende 
ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– 
in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si 
riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di 
Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle 
valli del Sella 
L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti 
della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, 
facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle 
leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle 
genti ladine. 
La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo 
re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del 
Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana inun 
dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti 
ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal 
Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono 
integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 
L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 
Ingresso libeIl MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON
con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in 
collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone 
un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte 
ladina contemporanea e con le tradizioni millenariedelle 
Dolomiti. 
La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di 
Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois 
Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera 
delle leggende ladine. 
Dolasila è un’ installazione-evento multimediale diartisti 
delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende 
ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– 
in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si 
riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di 
Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle 
valli del Sella 
L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti 
della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, 
facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle 
leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle 
genti ladine. 
La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo 
re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del 
Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana inun 
dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti 
ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal 
Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono 
integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 
L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 
Ingresso liberoIl MUSEO FONDAZIONE LUCIANA MATALON
con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzanoe in 
collaborazione con l’Associazione culturale Fanes,  propone 
un evento straordinario: un’occasione d’incontro con l’arte 
ladina contemporanea e con le tradizioni millenariedelle 
Dolomiti. 
La musica e la voce del soprano Susy Rottonara, le narrazioni di 
Roland Verra e le opere pittoriche e scultoree di Rott (Lois 
Rottonara) conducono lo spettatore nell’affascinante atmosfera 
delle leggende ladine. 
Dolasila è un’ installazione-evento multimediale diartisti 
delle Dolomiti che intende valorizzare le antiche leggende 
ladine –il ladino è la più antica lingua alpina tuttora parlata– 
in un incontro di arti visiva, musicale e letteraria. Il titolo si 
riferisce alla principale figura femminile del ciclo epico di 
Fanes, il poema eroico di riferimento delle genti ladine delle 
valli del Sella 
L’intento degli autori è quello di presentare i tratti salienti 
della leggenda attraverso la prospettiva della protagonista, 
facendo risaltare la centralità delle figure femminili nelle 
leggende ladine, possibile reminiscenza di epoche matriarcali caratteristiche dell’“età dell’oro” delle 
genti ladine. 
La leggenda narra dell’ascesa e della rovina del mitico Regno di Fanes a causa dell’ ambizione del suoultimo 
re. Dolasila, la principessa guerriera di Fanes, viene interpretata da Susy Rottonara (soprano) nelle  arie del 
Poema musicale Fanes, con testi di Roland Verra e musica originale della stessa. Il tutto si dipana inun 
dialogo interdisciplinare con le opere scultoree e  pittoriche di Rott (Lois Rottonara), uno dei più noti artisti 
ladini contemporanei. Le proiezioni video che fannoda sfondo scenografico alla performance sono tratte dal 
Poema musicale Fanese dal film Il Regno di Fanes, entrambi insigniti di numerosi premi internazionali, e sono 
integrate da quadri scenici realizzati da Rott. 
L’ installazione è stata ospitata dal Museo MART diRovereto nel febbraio 2013. 
Ingresso libero